Climate Science Glossary

Term Lookup

Enter a term in the search box to find its definition.

Settings

Use the controls in the far right panel to increase or decrease the number of terms automatically displayed (or to completely turn that feature off).

Term Lookup

Settings


All IPCC definitions taken from Climate Change 2007: The Physical Science Basis. Working Group I Contribution to the Fourth Assessment Report of the Intergovernmental Panel on Climate Change, Annex I, Glossary, pp. 941-954. Cambridge University Press.

Home Arguments Software Resources Comments The Consensus Project Translations About Donate

Twitter Facebook YouTube Pinterest

RSS Posts RSS Comments Email Subscribe


Climate's changed before
It's the sun
It's not bad
There is no consensus
It's cooling
Models are unreliable
Temp record is unreliable
Animals and plants can adapt
It hasn't warmed since 1998
Antarctica is gaining ice
View All Arguments...



Username
Password
Keep me logged in
New? Register here
Forgot your password?

Latest Posts

Archives

In Antartide il ghiaccio sta aumentando

Che cosa dice la Scienza...

Sebbene nella parte Est del continente antartico il ghiaccio terrestre stia in crescita, nel complesso in Antartide il ghiaccio continentale sta diminuendo ad un ritmo notevole. Il ghiaccio marino antartico sta invece crescendo malgrado il forte riscaldamento dell’Oceano meridionale.

Le argomentazioni degli scettici...

"La quantità di ghiaccio che circonda l’Antartide si trova ora al suo massimo da quando i satelliti hanno cominciato a rilevare 30 anni fà. E’ semplicemente troppo freddo per piovere in Antartide e così sarà ancora a lungo. La verità è che c’è più ghiaccio ora che mai in Antartide" (Patrick Michaels).
E’ importante distinguere tra ghiaccio terrestre antartico e ghiaccio marino perché sono due fenomeni distinti. Chi si riferisce al ghiaccio antartico spesso trascura di riconoscere che c’è differenza tra i due tipi. La situazione del trend dei ghiacci in Antartide può così riassumersi:
-         il ghiaccio continentale o terrestre antartico sta diminuendo ad un ritmo accelerato,
-         il ghiaccio marino antartico sta aumentando malgrado l’oceano meridionale si stia riscaldando.
Il ghiaccio continentale antartico sta diminuendo
La misurazione del ghiaccio continentale antartico è un processo difficile a causa della enorme quantità della massa e della sua complessità. Comunque grazie al satellite GRACE (Gravity Recovery Antarctic Climate Experiment) dal 2002 si è stati in grado di eseguire un rilevamento complessivo della calotta di ghiaccio. Il satellite misura i cambiamenti della forza di gravità per determinare le variazioni di massa dell’intera calotta. I primi rilevamenti trovarono che la maggior parte della perdita di massa si verifica nell’Antartide occidentale  (Velicogna 2007). Nel periodo 2002-2005 l’Antartide orientale era invece in equilibrio. La crescita del ghiaccio dell’interno era bilanciata dalla perdita ai bordi. Ciò si nota bene nella Figura 1 dove appaiono in rosso i cambiamenti di massa dell’Antartide occidentale rispetto alle zone in verde dell’Antartide orientale.

Figura1:Aprile 2002-Agosto 2005,  cambiamenti della massa di ghiaccio dell’Antartide occidentale  e retta di best fit (linea e circoletti in rosso) e analogamente per l’Antartide orientale (in colore verde). (Velicogna 2007).


A mano a mano che verranno disponibili altri dati di GRACE, si verrà ad avere un quadro molto più dettagliato della copertura di ghiacci. La Figura 2 mostra i cambiamenti della massa dei ghiacci in Antartide per il periodo Aprile 2002- Febbraio 2009. La linea blu e le crocette sono dati non filtrati dei valori mensili. Le crocette rosse rappresentano gli stessi dati con la variabilità stagionale rimossa, la linea verde è il suo best fit.

 

 

Figura 2: Aprile 2002-Febbraio 2009, variazioni di massa dei ghiacci antartici linea e crocette blu. I dati nei quali l’andamento stagionale viene filtrato sono in rosso. Il best fit è rappresentato dalla linea verde.(Velicogna 2009).


Con serie temporali più lunghe emergono dei trend statisticamente significativi. Non solo il ghiaccio continentale antartico sta perdendo massa ma la perdita avviene ad un ritmo accelerato di 26 Gt/anno2 (cioè ogni anno ogni anno la calotta perde 26 Gt in più). Ne deriva che dal 2006 la calotta antartica orientale non è più in equilibrio di massa, ma sta in realtà perdendo ghiaccio  (Chen 2009). Ciò è sorprendente in quanto la calotta orientale è stata sempre considerata stabile a causa delle bassissime temperature che la caratterizzano.Ne consegue che i ghiacci dell’Antartide orientale costituiscono un sistema più dinamico di quanto precedentemente ritenuto. Il fatto è molto importante in quanto l’Antartide orientale contiene molto più ghiaccio di quello occidentale . La quantità di ghiaccio dell’Antartide orientale sarebbe sufficiente a far crescere di 50-60 metri il livello globale dei mari, mentre quello contenuto nell’Antartide occidentale  produrrebbe un innalzamento di 6-7 metri. Il ghiaccio antartico riveste un importante ruolo nel determinare il livello dei mari e questo ruolo sta crescendo di peso rapidamente.

Il ghiaccio marino antartico sta crescendo

Il ghiaccio marino antartico ha manifestato un trend di crescita di lungo termine sin da quando sono cominciati i rilevamenti da satellite nel 1979. Questa osservazione è stata spesso citata come una prova contro il riscaldamento globale. Comunque quasi mai ci si è posti il quesito: perché il ghiaccio marino antartico sta crescendo? La assunzione implicita è che attorno all’Antartide la temperatura stia diminuendo. Le cose non stanno proprio così. Infatti l’oceano meridionale si sta riscaldando più velocemente della parte restante degli oceani del mondo. In generale dal 1955 al 1995 gli oceani si sono riscaldati di 0.1 °C per decennio. L’Oceano meridionale si è riscaldato di 0.17°C per decennio, quindi non solo si è riscaldato ma si è riscaldato più velocemente del trend globale.   

Figura 3: temperature superficiali dell’aria sopra le aree coperte da ghiacci nell’Oceano meridionale (in alto) e copertura di ghiaccio dell’Oceano meridionale  osservata da satellite (in basso). (Zhang 2007)


Se l’Oceano meridionale si sta scaldando per quale motivo allora crescono I ghiacci marini ? Ci sono diversi fattori che hanno un ruolo. Uno è dovuto alla diminuzione dell’Ozono sopra l’Antartide. Il buco dell’Ozono ha causato raffreddamento della stratosfera  (Gillet 2003) e questo rafforza iI venti ciclonici che circondano in continente antartico (Thompson 2002). I venti spingono i ghiacci attorno al continente creando aree di acque aperte note come polynya, e più  polynyas  comportano una maggior produzione di ghiaccio marino (Turner 2009). Un altro fattore è rappresentato dai cambiamenti della circolazione oceanica. L’Oceano meridionale è caratterizzato da uno strato di acqua fredda prossima alla superficie ed uno strato più caldo in basso. Le acque relativamente più calde che salgono in superficie sciolgono i ghiacci. Comunque l’aumento di temperatura dell’aria provoca un aumento delle piogge e della neve. Questo rende le acque superficiali più dolci dando origine ad uno strato superficiale meno denso dello strato più salato e più caldo sottostante. Si vengono così a creare stratificazioni che riducono il rimescolamento. Meno calore viene trasportato verso l’alto e quindi meno ghiaccio si viene a sciogliere. (Zhang 2007).
In conclusione il ghiaccio marino antartico costituisce un sistema unico e complesso. La semplicistica interpretazione che deve essere freddo attorno alle coste antartiche è proprio mal posta. Il riscaldamento avviene ma come si manifesta su certe zone è piuttosto complicato.

Translation by lciattaglia, . View original English version.



The Consensus Project Website

TEXTBOOK

THE ESCALATOR

(free to republish)

THE DEBUNKING HANDBOOK

BOOK NOW AVAILABLE

The Scientific Guide to
Global Warming Skepticism

Smartphone Apps

iPhone
Android
Nokia

© Copyright 2014 John Cook
Home | Links | Translations | About Us | Contact Us